Dattilografia

-online.com

Usa un testo tuo per scrivere sulla tastiera

Esercizi con un testo di esempio

Esercitati con articoli presi da notizie recenti!

1 Una vitamina protegge dalle complicanze del coronavirus: la scoperta

Una vitamina protegge dalle complicanze del coronavirus: la scoperta

Chi ha buoni livelli di questa vitamina nel sangue riduce del 55% il rischio di morte
2 Covid, De Luca:

Covid, De Luca: "Se contagio peggiora tra 4 giorni chiudiamo tutto"

"Se vogliamo convivere con il Covid tenendo aperte le attività economiche, dobbiamo rispettare rigorosamente le regole e sottoporci a qualche piccolo sacrificio. La mascherina va indossata sempre quando si è fuori, e sulla bocca. Se non sarà così, e tra 3 o 4 giorni verificheremo con i nostri epidemiologi che la curva del contagio, anziché stabilizzarsi o scendere si aggrava, noi chiuderemo tutto. Se l'alternativa è passeggiare in allegria o avere i morti per strada, io credo che non ci siano dubbi sulla scelta da fare". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso di una diretta Facebook.  "Non è una cosa che fa piacere dire - ha aggiunto - ma abbiamo il dovere di dirla. Vi invito calorosamente, vi prego di raccogliere questa raccomandazione, facciamo questo piccolo sacrificio se vogliamo tenere aperte quante più attività economiche possibili, altrimenti non sarà consentito. Dopo l'ordinanza di ieri, che prevede l'obbligo dell'uso della mascherina per tutti i nostri concittadini per tutta la giornata, ci sarà un periodo di 24 ore di tolleranza. Le polizie municipali e le forze dell'ordine avranno un minimo di tolleranza avvertendo chi non porta la mascherina. Passate le 24-48 ore devono partire con le contravvenzioni da 1000 euro". "Non si scherza più, non sono più accettabili i comportamenti registrati fino a ieri e ancora oggi. Non è possibile andare per strada e trovare anche una persona senza mascherina, non è più possibile, è un lusso che non ci possiamo più consentire", ha ribadito. "Le alternative sono drammaticamente semplici - ha spiegato De Luca - o decidiamo di convivere con il Covid fino all'arrivo del vaccino fra 10 mesi, se tutto va bene, ma se decidiamo di farlo dobbiamo rispettare regole rigorosissime, oppure l'alternativa inevitabile, non l'anno prossimo ma tra una settimana, sarà la progressiva chiusura delle attività economiche, dei locali, dei bar. Questa è l'alternativa, non ci sono terze vie".
3 M5S, ira parlamentari contro Taverna per indennità in beneficenza

M5S, ira parlamentari contro Taverna per indennità in beneficenza

E' guerra aperta tra Camera e Senato contro la vicepresidente di Palazzo Madama Paola Taverna, finita nel mirino di diversi parlamentari grillini per il video, pubblicato su Facebook subito dopo la tornata elettorale, in cui si difende a spada tratta dall'azione disciplinare intentata dai probiviri del M5S contro di lei per presunte mancate restituzioni. Così, volto fiero rivolto alla telecamera, Taverna ha snocciolato i numeri di quanto versato in questi 7 anni, ben 309mila euro. Ma a indispettire deputati e senatori -che si sfogano nelle rispettive chat visionate dall'Adnkronos- è l'ammissione, da parte della vicepresidente di Palazzo Madama, di aver chiesto all'amministrazione del Senato, a maggio scorso, la restituzione degli arretrati dell'indennità aggiuntiva da vicepresidente, cui aveva rinunciato,, per un fine nobile: donare tutto alla Protezione Civile per fronteggiare l'emergenza Covid. Quarantaseimila euro, più altri bonifici da 1.750. Una scelta, la sua, che però ha surriscaldato gli animi. I parlamentari pentastellati, da sempre, rinunciano ai 'benefit' dovuti a deputati e senatori che rivestono ruoli istituzionali. Tra questi, dunque, anche la parlamentare romana. E' una regola scritta nero su bianco nei regolamenti di M5S di Camera e Senato che prevedono la rinuncia preventiva dell'indennità di carica, come ribadito in una mail del capo politico Vito Crimi lo scorso maggio. E qui nasce il malcontento che trova sfogo nelle ultime conversazioni tra gli eletti, e nei corridoi di Montecitorio e Palazzo Madama. A chi chiede chiarimenti, in particolare il senatore ligure Mattia Crucioli, Taverna risponde piccata, spiegando di aver restituito a un ente pubblico, "non a chi mi pareva", e di non essere in vena di ulteriori reprimende. Poi, interpellata dall'Adnkronos, spiega che "superata l'emergenza Covid, tornerà a rinunciare al benefit" da vicepresidente del Senato. Susy Matrisciano, presidente della commissione Lavoro di palazzo Madama e dunque anche lei tra i rinunciatari della indennità prevista, ricorda con rammarico di aver chiesto di poter donare la sua quota, ma di aver ottenuto un secco niet dai vertici.  Molto più agguerrita la chat di Montecitorio, complice l'assenza di Taverna tra i membri. Qui c'è chi addirittura invoca l'espulsione, puntando il dito contro presunte disparità di trattamento. Tra le più contrariate, Teresa Manzo, Emanuela Corda, Patrizia Terzoni, Federica Dieni, quest'ultima membro del Copasir. Incredulo anche il deputato Raphael Raduzzi. Anche perché nella chat, inizia a farsi largo un dubbio: a fine legislatura qualsiasi presidente di commissione può rientrare in possesso della somma a cui aveva rinunciato? E, potenzialmente - il timore che rimbalza - farne ciò che vuole? Ma soprattutto in molti chiedono di poter seguire, a partire da ora, l'esempio di Taverna, devolvendo i benefit ad enti no profit. "Basta saperlo - scrivono in molti - e non dare luogo a diversità di trattamento". (di Ileana Sciarra e Antonio Atte)
4 Covid, muore il primo paziente registrato nella provincia di Lucca

Covid, muore il primo paziente registrato nella provincia di Lucca

Dopo sette mesi dal primo ricovero per Covid-19 è morto il paziente uno della provincia di Lucca. Il suo fisico non ha retto i segni della malattia.
5 Covid, Crisanti:

Covid, Crisanti: "Londra disastro, nessuno usa mascherina"

"A Londra è un disastro". Sono le parole di Andrea Crisanti a L'Aria che tira. Il virologo, in Inghilterra per motivi familiari, delinea un panorama allarmante. "Qui nei negozi e per strada nessuno usa la mascherina, ci sono posti affollati. I pub sono bombe innescate, le persone si affollano, bevono e perdono anche un po' il controllo. Sono molto liberi? Direi che sono irresponsabili", dice, ricordando che "ieri c'è stato un incremento di contagi". "Dobbiamo aver paura di quello che succede nel resto d'Europa se non implementiamo le misure necessarie. C'è urgenza di minimizzare la possibilità di importare casi in continuazione, bisognerà arrivare al punto in cui ci si potrà imbarcare sui voli" da alcuni paesi verso l'Italia "dopo un tampone negativo", aggiunge. "I comportamenti virtuosi da soli non bastano. Le persone fanno errori inconsapevolmente, quindi bisogna mettere sul piatto della bilancia anche la sorveglianza attiva, come si fa in Italia: quando c'è una persona positiva, si testa tutta la rete di contatti. Questa strategia funziona e si basa sulla capacità di fare test. Se arriviamo al punto in cui la diffusione del virus è superiore alla nostra capacità di fare test, il sistema non regge", spiega ancora.
6 Calciomercato, gli aggiornamenti ora per ora

Calciomercato, gli aggiornamenti ora per ora

Sono il giorno e l’ora in cui suonerà il gong che porrà fine alle trattative in entrata e uscita di questa anomala sessione estiva di calciomercato.
7 Caso Battisti, Torregiani:

Caso Battisti, Torregiani: "Che i musulmani lo minaccino in Calabria mi sembra esagerato"

"Si lamenta sempre, ora che i musulmani lo minaccino in Calabria mi sembra davvero esagerato. Non si capisce più nulla sulle sue lamentele e dove voglia andare a parare. Ma avevo già avvertito che saremmo arrivati a questo". Così all'Adnkronos Alberto Torregiani - il figlio del gioielliere ucciso dai Pac in una sparatoria nel 1979 e rimasto ferito lui stesso da un proiettile che gli ha fatto perdere l'uso delle gambe - commenta le parole di Cesare Battisti che dal carcere di Rossano (Cosenza), in una conversazione telefonica registrata dai familiari e inviata al suo legale, sostiene di esser stato minacciato dall'Isis e che il Ministero della Giustizia avrebbe voluto trasferirlo in cella con i jihadisti. "Cercherà di ottenere sempre il massimo dal risultato dalle sue strategie. Questo perchè ai tempi non si è fatto quello che si doveva fare, fermarlo subito. Prima si è lamentato del cibo, poi di tutto il resto, poi il trasferimento e ora i jihadisti. E' un anno che va avanti questa storia, le cose si vedono sempre dopo. Si lamenta su che basi? Mi sembra davvero strano che possa esser messo in cella insieme ad altri tipi di detenuti", conclude Torregiani.
8

"Cuccarini str....", la conduttrice replica all'influencer Zorzi

"Una str...." che "mi sta proprio sul ca..." e che "si è espressa contro i diritti gay centocinquantamila volte". Così, davanti alle telecamere accese 24 ore su 24 del Grande Fratello Vip, l'influencer Tommaso Zorzi ha definito Lorella Cuccarini. Un attacco al quale la conduttrice ha voluto replicare con un lungo post social. "Solitamente non rispondo alle provocazioni, ma in questa occasione il silenzio potrebbe essere interpretato come un assenso e non posso permetterlo", ha scritto Cuccarini su Instagram, continuando: "Sono una persona onesta, l’ipocrisia non fa parte del mio DNA. Quando esprimo un’opinione, non è mai contro qualcuno, quindi sentire un concorrente del Grande Fratello dire che sono 'contro gli omosessuali' (più una serie di insulti che faccio finta di non aver sentito) è qualcosa che mi ferisce profondamente e che non credo di meritare. La mia vita parla da sé: ho condiviso tante gioie esaltando il talento di compagni di lavoro, senza barriere di alcun tipo. Sfido chiunque ad aver mai ravvisato un comportamento irrispettoso o discriminatorio contro chiunque".  E ancora: "Detto questo, non sono sempre allineata al 'politicamente corretto': se mi si chiede un’opinione sulle adozioni o sulla pratica dell’utero in affitto, posso pormi delle domande e non essere a favore. Questa non è e non sarà mai una dichiarazione contro la comunità LGBT e i diritti delle persone che vi appartengono e che, anzi, rispetto profondamente. È semplicemente il mio punto di vista su alcuni aspetti della vita. E lo esprimerei anche se avessi un figlio gay , che - sia chiaro - amerei profondamente come qualsiasi altro figlio", spiega. "Si può non essere d’accordo su tutto senza assolutamente essere omofobi. Io - sottolinea Cuccarini - non ho mai 'strizzato l’occhio' al pubblico omosessuale perché se lo avessi fatto, non ne avrei avuto rispetto. Sono grata immensamente a tutte le persone che mi hanno sostenuto in questi anni, ma non voglio piacere a tutti i costi. Mentendo a me stessa. Voglio che le persone mi conoscano per come sono veramente".  Poi la conclusione diretta all'influencer: "Caro Tommaso, hai l’età di mia figlia Sara, probabilmente mi conosci solo per quello che leggi di me. Ti considero un ragazzo intelligente. Se vorrai, quando uscirai dalla casa, mi piacerebbe prendere un caffè insieme e vedere se riusciamo ad andare oltre le apparenze...".
9 Al Gf Vip la Orlando a cuore aperto:

Al Gf Vip la Orlando a cuore aperto: "Pensa quanto amo quest'uomo"

Stefania Orlando si è confessata a cuore aperto, rivelando dettagli aneddoti sugli uomini della sua vita (passati e presenti)
10 Alberto sulla fidanzata:

Alberto sulla fidanzata: "Che cosa si aspetta? Che ci sposiamo e poi ci divorziamo?"

Tra le coppie protagoniste della seconda puntata di Temptation Island quella formata da Speranza e Alberto. Ecco cosa è successo
11 Feltri:

Feltri: "Berlusconi? Già è un miracolo che sia vivo"

Salvini? "Ultimamente non ho capito le sue mosse. Il mojito? Ognuno beve quello che vuole, se ce la pigliamo per queste cose siamo veramente rimasti all'oratorio del 1952. La citofonata? Quella è una cazzata. Ma il problema è che la Lega ha fatto un errore grandissimo, lo ha fatto Salvini: rimango dell'idea che la sua decisione di abbandonare il governo sia stata un'idiozia, a meno che non fosse sicuro che si potesse tornare a votare. Ma solo un illuso poteva pensare una cosa simile, quindi Salvini se l'è presa in saccoccia, e se la tenga". Ieri sera, nel corso di 'Piazzapulita' su La7, Luca Bertazzoni ha intervistato il direttore editoriale di 'Libero' Vittorio Feltri sui risultati delle elezioni regionali. Meloni? "Io la stimo molto - continua Feltri - perché è partita da una formazione da 1,3%, quindi da niente come un Renzi qualsiasi, e nel giro di pochi anni è riuscita ad arrivare a livelli importanti. Berlusconi? Credo che sia già un miracolo che sia vivo, e ne sono contento". E su Europa e sovranismo, "uscire dall'Euro non sarebbe una cattiva idea - spiega -, però sta di fatto che l'Europa c'è, noi in Europa ci siamo, fintanto che siamo dobbiamo attenerci alle regole. Non farlo significa essere imbecilli, e siccome gli imbecilli non mancano vedo tanti tentativi di disubbidire all'Europa. Se vogliamo disubbidire del tutto ne usciamo, poi sono affari nostri". Fischiano un po' le orecchie a Salvini? "Non lo so, io dico una cosa logica. Non credo di dire delle cose strane. Anche i sovranisti continuano a rompere i coglioni, ma poi - conclude - rimangono lì...".
12 Suarez, legale impiegata:

Suarez, legale impiegata: "Ha seguito indicazioni che le venivano date"

Dall’inviata Silvia Mancinelli "La mia assistita ha seguito pedissequamente le indicazioni che le venivano date, era l’unica che poteva effettuare in quelle condizioni un’operazione di predisposizione del diploma". Lo spiega all’Adnkronos l’avvocato Giuseppe Innamorati, difensore di Cinzia Camagna, l’impiegata dell’Università per stranieri di Perugia che materialmente ha predisposto l’attestato d’esame del calciatore Luis Suarez. "Lei è una semplice impiegata - dice il legale della donna indagata insieme ad altre quattro persone - ma è una persona intelligente, sveglia e laureata, che quindi percepisce perfettamente tutta la questione che si muove molto al di sopra di lei ed è stravolta da questo fatto. Certo, la sua imputazione non è grave come le altre, perché indagata solo per il falso in atto pubblico, tra l’altro molto stirato. Ma per una che ha fatto per anni l’impiegata amministrativa con una condotta di onestà assoluta è ugualmente sconvolgente".  Camagna, che non compare nella foto diventata ormai virale con il calciatore, "ha lavorato su questo sistema di elaborazione degli attestati. Annullate col Covid le prove scritte - prosegue l'avvocato - , quando non venivano immessi gli esisti della prova, lo stesso bocciava automaticamente il candidato. Per questo si era reso necessario effettuare delle forzature per tutti i diplomi che venivano emessi, scavalcando quella parte del sistema in cui si chiedeva il voto dello scritto. La signora era in rapporto costante con un tecnico da remoto quando bisognava fare queste forzature, collegate al fatto che nelle ultime sessioni si era fatto solo l’orale e non lo scritto. Questo ha reso necessario il suo intervento per predisporre una cosa che, come visto dalle foto poi pubblicate, poteva essere esibita davanti alla stampa come conquista fatta dal candidato. Lei è arrivata a realizzare un documento nemmeno firmato, aveva i simboli dell’Università ma era il prodromo poi firmato e finito da altri".  E sulle intercettazioni nelle quali Camagna dice "io lo faccio già preparare (...) posso già metterci il voto" l'avvocato spiega: "Lei ha fatto quanto faceva con tutti gli altri e ha chiesto che voti ci dovesse mettere perché lo volevano già pronto: come ha spiegato al pm, l’idea che aveva era che se non ci fossero stati gli estremi per promuovere il soggetto, il documento già pronto sarebbe stato stracciato e avrebbe poi ricevuto un attestato di bocciatura. Ingenuamente ha chiesto se avrebbe dovuto metterci il minimo, che non avrebbe turbato nessuno. Questo lo ha spiegato in maniera lucida al magistrato, ha messo 3 così da essere sicura che il sistema producesse questo prodromo di documento da consegnare. Idea che lei nemmeno era tenuta ad avere. Era semplicemente tenuta a fare il certificato, senza sapere a cosa sarebbe servito il certificato. L’aria che questo miliardario sarebbe stato aiutato molto l’avevano tutti, dal basso livello impiegatizio, che è quello della signora, agli altri. Lei ha spiegato questo al pubblico ministero: ha fatto tre quarti di certificato che poi firmavano altri. Ha fatto quello che le è stato chiesto di fare, risolvendo il problema - conclude l'avvocato - come in tante altre occasioni per tanti altri".
13 Stefano De Martino è tornato insieme alla sua ex: i due avvistati per Milano

Stefano De Martino è tornato insieme alla sua ex: i due avvistati per Milano

Archiviata ancora una volta la fine della storia con Belen, Stefano De Martino è stato sorpreso di nuovo con Gilda Ambrosio.
14 Covid, autorità elvetiche impongono isolamento per coloro che arrivano dalla Liguria

Covid, autorità elvetiche impongono isolamento per coloro che arrivano dalla Liguria

Le autorità svizzere hanno inserito la Liguria nell'elenco di zone ad altro rischio di contagio, imponendo la quarantena per coloro che vi provengono.
15 Covid, i Paesi finiti nella lista nera della Ue

Covid, i Paesi finiti nella lista nera della Ue

L’Italia è tra i Paesi con "un basso rischio" e "basso impatto per la popolazione e il sistema sanitario" e una "bassa probabilità di infezione" al Covid. A dirlo stavolta è il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (Ecdc).
16 Francia,

Francia, "gonna troppo corta": due ragazze aggredite in strada

Due ventenni sono state aggredite in pieno giorno nella città francese di Mulhouse perché portavano una gonna "troppo corta". La scena si è svolta attorno alle 16.30 in una zona centrale della città alsaziana, vicino ad un centro commerciale, pochi giorni dopo un'analoga aggressione a Strasburgo. Una delle due ragazze è stata presa a schiaffoni da un 18enne e poi buttata terra. Il ragazzo ha poi afferrato alla gola l'amica, che aveva cercato di reagire. L'aggressore è stato poi arrestato. Non è la prima volta che una cosa del genere accade in Alsazia. Ieri si è appreso che una studentessa 22enne è stata aggredita da tre coetanei dai quali ha ricevuto un pugno in faccia venerdì a Strasburgo, per il solo fatto che portava la gonna. "Guarda questa p... con la gonna", ha detto uno dei tre giovani. "Scusi?", ha ribattuto la ragazza, secondo quanto ha raccontato lei stessa France Bleu. "Taci e abbassa gli occhi, p..", ha detto uno degli uomini. Poi due l'hanno tenuta ferma per le braccia, mentre il terzo le sferrava un pugno in faccia. Nessuno è intervenuto o ha chiamato i soccorsi. Sul fatto, che ha creato indignazione in tutta la Francia, è intervenuta l'ex sottosegretario alle Pari opportunità, Marlene Schiappa, sottolineando come "nè la gonna, nè la ragazza sono responsabili dell'aggressione".
17 Londra, poliziotto ucciso dall'uomo che aveva arrestato

Londra, poliziotto ucciso dall'uomo che aveva arrestato

A Londra un poliziotto è stato ucciso in commissariato dall'uomo che aveva arrestato. L'assassino gli avrebbe sfilato la pistola dalla fondina
18 L'italiana del Carnevale di Rio:

L'italiana del Carnevale di Rio: "E' un sogno, spero sia solo rinvio"

Un "vero peccato". La voce squillante e il rammarico di Tania Pasi, l''italiana del Carnevale di Rio de Janeiro' che due anni fa è stata "la foto del giorno per il Guardian". Da Firenze ricorda la sua esperienza a Rio de Janeiro del 2018 nel giorno in cui dal Brasile, uno dei Paesi più colpiti dalla pandemia di coronavirus, arriva la notizia del rinvio - sine die - del Carnevale del prossimo febbraio. Tania Pasi parla con l'Adnkronos del suo rammarico, del suo sogno diventato realtà e della sua "passione per il samba nata più di 15 anni fa, del suo inizio con la capoeira" a Firenze. Dei suoi primi passi in questo mondo ormai 20 anni fa, dei primi corsi di samba in Australia e del 'suo' Carnevale di Rio, della sua partecipazione a quella che è "grandissima competizione", del suo "mix di emozioni" ancora vivo, impossibile da dimenticare, come "l'ingresso al Sambodromo con 72.000 persone sugli spalti".  E parla del "grande peccato" per il rinvio deciso per quest'anno, "anche se la notizia era nell'aria da tanto tempo". A Rio de Janeiro Tania Pasi avrebbe voluto portare un "gruppo di cinque ballerine italiane" a quello che è "lo spettacolo più grande al mondo". "Fino a qualche tempo fa - sottolinea - il Carnevale di Rio era appannaggio solo delle comunità di samba di Rio. Da qualche anno per motivi economici, il governo ha tagliato i fondi alle scuole e hanno aperto le porte anche a ballerine provenienti da altre parti del mondo, ammesso che tu abbia un certo livello di samba". E ora Tania Pasi spera che per il 2021 si tratti solo un rinvio e che, invece di saltare, il Carnevale di Rio slitti 'solo' a giugno. Per quello del 2018, racconta, "ho iniziato ad allenarmi, a migliorare il mio samba, nel 2015 quando vivevo in Australia". Da qui la possibilità di partecipare alle audizioni della scuola Império Serrano di Rio de Janeiro, che si trova nella favela di Madureira e che è "una delle 12 scuole parte del Grupo Especial, le migliori, le più antiche e prestigiose di Rio". "Ho inviato un video in cui mostravo le tecniche del samba e mi hanno accettata - ricorda con la voce entusiasta - Sono arrivata a Rio de Janeiro nel gennaio 2018, due mesi prima del Carnevale e mi sono solo allenata. Sono arrivata sola dall'Italia, ma lì ero con le compagne di samba australiane. Ho sfilato nel 2018 quando il fil rouge della mia scuola era l'Antico impero cinese. Ero sul carro". Poi il rientro in Italia. "Ho aperto subito una scuola di samba a Firenze e ci stiamo espandendo", dice. Il samba ai tempi del coronavirus? "E' fatto anche di lezioni online", risponde e parla di una "forma ibrida". Il cuore resta agli "allenamenti dal vivo, perché c'è il momento sociale". Ma online il 'suo' samba arriva "in tante altre zone d'Italia". E quando si balla "si libera energia positiva".
19 Positivo al Covid va al bar a bere con gli amici: denunciato

Positivo al Covid va al bar a bere con gli amici: denunciato

Il fatto è accaduto nel centro di La Spezia. Il locale, davanti al quale c'erano molti avventori senza la mascherina, è stato evacuato
20 Santamaria fa gli auguri alla Barra:

Santamaria fa gli auguri alla Barra: "Sono totalmente dipendente da lei"

"So che ti arrabbierai per aver rubato questa foto dalla tua cameretta d’infanzia, ma io che ho avuto la fortuna di conoscerti quando eri piccola così, con quella frangia da centro sociale anni 90 tagliata con l’accetta (da te, naturalmente, come fai tutt’ora), voglio condividere questo tuo sorriso tenero, luminoso e sincero che è rimasto sempre uguale. Tanti auguri amore mio". Claudio Santamaria fa così gli auguri alla compagna Francesca Barra per il suo 42mo compleanno, dedicandole su Instagram un romantico post. L'attore, ancora una volta manifesta l'amore per la giornalista, con la quale ha una relazione ormai da diversi anni.  Molti i commenti dei fan della coppia. Ad un'utente, che gli augura che questo grande amore non sia "dipendenza o possesso", Santamaria risponde così: "Sono totalmente, esageratamente, disperatamente dipendente! Anche io ho sempre avuto paura di dipendere da qualcuno, tranne quando ho trovato quel qualcuno speciale che mi ha permesso di abbandonarmi e farmi sentire libero anche in un rapporto simbiotico come il nostro".
21 Caso Roberta Ragusa, l'ex marito verso le nozze con l'amante

Caso Roberta Ragusa, l'ex marito verso le nozze con l'amante

Antonio Logli e Sara Calzolaio convoleranno presto a nozze
22 Il

Il "Boss delle torte" va ko: brutto incidente per Buddy Valastro

Brutto incidente domestico per Buddy Valastro, il famoso “Boss delle torte” che tra programmi televisivi e la sua Carlo’s Bakery ha saputo conquistare milioni di americani e non solo
23 Inaugurazione del primo impianto BTS Biogas alimentato con sansa di olive

Inaugurazione del primo impianto BTS Biogas alimentato con sansa di olive

L’impianto è uno dei primi in Europa a essere alimentato al 100% con il materiale organico di risulta della molitura delle olive  Andria (BT), 25 settembre 2020 – BTS Biogas, leader tecnologico nello sviluppo e nella costruzione di impianti biogas e biometano, inaugura il nuovo impianto progettato e costruito per Agrolio, azienda della famiglia Agresti di Andria, da cinque generazioni impegnata nella produzione di olio extravergine di oliva. L’unicità dell’impianto, già operativo da un anno, sta nell’essere uno dei primi in Europa alimentato al 100% con la sansa di oliva e quindi nella capacità di gestire il processo di fermentazione della sansa nel digestore. L’efficienza e la funzionalità dell’impianto sono garantite da costanti rilevamenti, interventi e soluzioni innovative apportate per consentire una “digestione” ottimale dei residui della produzione dell’olio di oliva. Il biogas prodotto alimenta un impianto di cogenerazione da 500 kWel, mentre il digestato rientra nel ciclo vegetale della produzione olivicola contribuendo a migliorarne qualità e quantità.  All’evento di inaugurazione hanno partecipato la famiglia Agresti, Riccardo Gefter, Sales Manager Italy BTS Biogas, AB, Wolf System e IGW che hanno contribuito alla realizzazione del progetto.  Il sistema è stato progettato e realizzato da BTS Biogas, che si è valsa della collaborazione di AB, azienda italiana leader nella cogenerazione e valorizzazione delle fonti sostenibili che ha fornito il cogeneratore della Linea ECOMAX® BIO, di Wolf System per la costruzione delle vasche e di IGW per il supporto e la gestione delle pratiche autorizzative. L’esperienza acquisita da BTS in questo progetto, con il supporto costante del gruppo Agresti, si basa anche sulle molteplici analisi effettuate e conseguente raccolta di dati della sansa in ingresso e delle frazioni solida e liquida del digestato. “Quando abbiamo iniziato a discutere il progetto non avevamo esperienze empiriche che ci garantissero la stabilità dei processi biologici e la corretta gestione in impianto della sansa – ha dichiarato Franco Lusuriello, CEO BTS Biogas -. Oggi possiamo finalmente affermare che impianti di questo tipo sono una soluzione efficace e sostenibile per la gestione delle sanse d’oliva e la produzione di energia e combustibili rinnovabili. Siamo quindi felici di aver celebrato questo importante traguardo grazie ad Agrolio, azienda tradizionale con lo sguardo rivolto verso l’innovazione e la sostenibilità, che ha fortemente voluto l’impianto e reso possibile il raggiungimento di questo ambizioso obiettivo. Con questo nuovo impianto BTS Biogas, si pone in prima linea nel sostenere l’eccellenza italiana dei produttori dell’olio proponendo una soluzione che si integra perfettamente nella filiera.” “La realizzazione di un impianto biogas si inserisce perfettamente all’interno della nostra visione di produttori di olio extra vergine di oliva – hanno dichiarato Savino e Vincenzo Agresti, titolari del Gruppo F.lli Agresti - in quanto era il tassello mancante per chiudere il nostro sistema di produzione sostenibile e basato sull’economia circolare. A questo punto inizia un nuovo percorso destinato a durare nel tempo per il miglioramento progressivo della gestione agronomica delle coltivazioni nel rispetto della natura”. "Questo impianto rappresenta un ottimo esempio di economia circolare e di biogas fatto bene (Biogasdoneright®). Attraverso la cogenerazione alimentata a biogas i sottoprodotti e gli scarti delle attività agro-industriali possono infatti generare elettricità e calore che le aziende utilizzano per essere maggiormente efficienti energeticamente ed economicamente. – afferma Angelo Baronchelli, Presidente di AB - Il nostro impianto di cogenerazione ECOMAX® è il fiore all’occhiello della produzione di AB e rappresenta l’unione di competenze ingegneristiche, industriali ed operative, pensate per offrire al cliente un prodotto di altissima qualità oltre che una risposta efficace e sostenibile alle urgenti problematiche legate all'ambiente ". BTS Biogas (www.bts-biogas.com) Nata nel 2008 e con più di 225 impianti realizzati nel mondo, BTS Biogas ha saputo affermarsi a livello internazionale come leader tecnologico nello sviluppo, nella realizzazione e nella gestione di impianti di biogas e biometano, all’interno del mercato delle energie rinnovabili. Il nostro obiettivo è di ridurre sempre più le emissioni climalteranti e di valorizzare al meglio gli scarti e rifiuti organici di comuni, aziende agroalimentari e allevamenti.  Lo sviluppo BTS Biogas con i suoi impianti contribuisce in modo sostanziale al processo di transizione energetica verso un’economia circolare con la produzione di diversi preziosi prodotti e vettori energetici: biometano per autotrazione e messa in rete, energia elettrica e termica, ammendanti e fertilizzanti, Co2 per uso alimentare. Per maggiori informazioni Ufficio stampa MSL Italia Barbara Rivolta Barbara.rivolta@mslgroup.com 39 02 77336262
24 Il coronavirus si sta evolvendo: parla lo scienziato italiano in Usa

Il coronavirus si sta evolvendo: parla lo scienziato italiano in Usa

Il coronavirus si sta evolvendo verso “una forma meno cattiva” a giudicare dalle “mutazioni e la delezione che abbiamo trovato”: a dirlo è Davide Zella, scienziato italiano da anni negli Usa
25 'Io vuole imparare italiano bene', social contro libro di scuola:

'Io vuole imparare italiano bene', social contro libro di scuola: "È razzista"

Bufera su un libro di testo di seconda elementare dopo la segnalazione rilanciata su Facebook da 'Educare alle differenze'. Nel mirino: l'illustrazione a pagina 4 del libro in cui un bambino nero e i suoi compagni biondi, castani o con i capelli rossi vengono invitati a esprimere i loro desideri per il nuovo anno scolastico saltando in un hula hoop. I bambini sono 5, gli hula hoop tre e l'unico raffigurato da solo è il bambino nero. La bimba bionda dice all'amichetto: "Quest'anno io vorrei fare tanti disegni con i pennelli", il bimbo con i capelli rossi con accanto la bambina castana dice: "Quest'anno io vorrei andare sempre in giardino a ricreazione". Mentre il bambino nero, esclama: "Quest'anno io vuole imparare italiano bene". "Un linguaggio imbarazzante che sembra preso da un pessimo film degli anni Trenta", scrive l'associazione scatenando il dibattito.   "A parte il razzismo - commenta Maria Ginger, mediatrice culturale - sempre con questa ottica vetusta di rimarcare le carenze e non le potenzialità". E poi "ci sono anche bambini ucraini, russi, albanesi, moldavi ecc con capelli biondi e occhi azzurri che all'inizio parlano male e saltano gli articoli per esempio. Ma no: bisogna sempre rappresentare il bambino africano. Che in queste zone bergamasche di paesini di montagna è già preso di mira dalle maestre, messo all'ultimo banco e chiamato dai compagni scimmietta scimmia o Caccadù se ha la sfiga di chiamarsi Mamadou". E Vittoria, insegnante di scuola primaria a Bergamo si interroga su "che mentalità vogliamo trasmettere. Mi sono occupata dell’alfabetizzazione primaria degli alunni appena arrivati dall’Africa o dall’Asia - afferma in un commento sulla pagina di 'Orizzonte scuola' - e mai nessuno si è espresso così". Punta il dito contro gli stereotipi anche Fabio Speciale, docente a Milano: "Ce lo meritiamo che all'estero ci dipingano tutti come mafiosi, coi baffoni e suonatori di mandolino", commenta. Ma c'è anche chi come Francesco ironizza: "È un errore di didascalia: non è un bimbo, è Suarez". In difesa interviene in un post Flavia Franco che dichiara di essere un'autrice per la casa editrice: "Conosco per esperienza diretta la professionalità, l'attenzione alle diversità, ai temi interculturali della casa editrice, testimoniati, non solo dalla scelta dei temi, dei brani , dell'approccio cooperativo e solidale ma anche dai nuovi corsi di formazione in programma che hanno come tema proprio la multiculturalità e l'insegnamento dell'Italiano come L2. Dunque, fatti, non parole. L'errore c'è stato, purtroppo è stata utilizzata un'espressione infelice. Ma, come sempre, c'è chi si erge a giudice spandendo indignazione sui social soffermandosi all'apparenza".
26 Visita fiscale, tutte le novità

Visita fiscale, tutte le novità

Nuovo servizio nel portale web dell’Inps per comunicare al medico fiscale la variazione del domicilio rispetto a quello indicato nel certificato. Come sii legge su laleggepertutti.it l’Inps, con una nuova circolare, ha comunicato che è disponibile, nel portale web dell’istituto, un nuovo servizio per comunicare la variazione dell’indirizzo, rispetto al domicilio indicato nella certificazione telematica rilasciata dal medico curante. È importante seguire scrupolosamente le indicazioni dell’Inps riguardo alla procedura da seguire per comunicare il domicilio corretto: l’indicazione errata dell’indirizzo di reperibilità per la visita fiscale può comportare, difatti, anche il mancato riconoscimento dell’indennità di malattia e l’applicazione di pesanti sanzioni disciplinari in capo al lavoratore dipendente. Il nuovo strumento, tra l’altro, garantisce all’utente la ricezione della comunicazione da parte dell’Inps e sostituisce le modalità sino ad oggi in uso (mail alla casella medico-legale della sede Inps di competenza o comunicazione tramite call center) per la variazione dell’indirizzo, che rimangono comunque valide nei casi di indisponibilità del servizio telematico. Nel dettaglio, per comunicare il cambio del domicilio di reperibilità, il lavoratore deve: \- accedere al portale web dell’Inps, previa autenticazione tramite le proprie credenziali dispositive (a breve sarà possibile accedere solo tramite sistema pubblico d’identità digitale Spid); \- entrare nella sezione Servizi online, Sportello al cittadino per le Vmc (visite mediche di controllo); \- comunicare il nuovo indirizzo di reperibilità attraverso la funzione 'Indirizzo reperibilità ai fini delle visite mediche di controllo'; è possibile variare il domicilio più volte nell’arco di una stessa assenza per malattia. Il lavoratore può controllare tutti gli indirizzi di reperibilità comunicati all’Istituto. Il datore di lavoro viene messo al corrente del diverso indirizzo di reperibilità comunicato dal lavoratore: \- in fase di richiesta di una visita fiscale, se la comunicazione è stata effettuata prima della richiesta dell’accertamento sanitario da parte dell’Inps; \- al momento della consultazione degli esiti della visita fiscale, qualora il lavoratore abbia comunicato una variazione di reperibilità dopo la richiesta dell’accertamento sanitario e il datore abbia acconsentito, spuntando l’apposito campo, ad inviare la visita al diverso indirizzo fornito dal lavoratore. Il servizio può essere utilizzato sia dai lavoratori del settore privato che dai dipendenti pubblici che devono fare riferimento al Polo unico per le visite fiscali dell’Inps. In ogni caso, l’utilizzo del nuovo servizio per la variazione del domicilio non esonera il lavoratore dall’invio delle eventuali comunicazioni al datore di lavoro obbligatorie in base alla legge o al contratto collettivo. Non è mai possibile comunicare la variazione dell’indirizzo mediante richiamo del certificato telematico di malattia inviato dal medico curante.
27 Violenza di gruppo su minore, catturato latitante in Romania

Violenza di gruppo su minore, catturato latitante in Romania

Un 33enne rumeno è stato arrestato questa mattina dalla polizia romena, nei pressi di Calnau, piccolo centro della regione della Muntenia. L’uomo era ricercato in Italia per la violenza sessuale perpetrata nel febbraio 2019 a danno di una connazionale minorenne, unitamente ad altri due cittadini rumeni, dei quali uno si trova già detenuto in madrepatria per altre vicende giudiziarie. Secondo quanto ricostruito nel corso delle indagini, la sera del 7 febbraio 2019 la giovane si trovava a Reggio Calabria presso l’abitazione di alcuni connazionali, insieme ad un’amica. Durante la serata tre uomini, tra i quali il 33 enne, conducevano in auto la ragazza, con una scusa, in una località costiera del capoluogo, dove poi l'hanno violentata. Solo il giorno successivo la giovane, minacciata anche con una pistola perché tenesse per sé la violenza e ancora in stato di choc, ha raccontato la violenza subìta ai propri genitori, che si sono rivolti ai Carabinieri per denunciare l’accaduto.  A seguito delle indagini svolte dai militari dell’Arma, sotto la direzione dei Pubblici ministeri Nicola De Caria e Marika Mastrapasqua e del procuratore aggiunto Gerardo Dominijanni della Procura della Repubblica di Reggio Calabria, diretta da Giovanni Bombardieri, sono stati raccolti elementi che hanno portato all’emissione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere da parte del Gip del Tribunale di Reggio Calabria nei confronti di del 33enne e dei due complici. Le ricerche dell’uomo, di cui nel frattempo era stata accertata la fuga all’estero, hanno indotto l’Autorità Giudiziaria a emettere un Mandato d’arresto europeo. Le ricerche si sono concluse con l’odierno rintraccio, propiziato dalle indicazione fornite dai Carabinieri della Compagnia di Palmi, con il supporto del Servizio per la Cooperazione internazionale di Polizia della Direzione Centrale della Polizia Criminale. Quello di oggi non è il primo latitante individuato recentemente all’estero dai Carabinieri della Compagnia di Palmi che già, lo scorso aprile, erano stati determinanti nella cattura, in Germania, di Santo Polistena.
28 Convocato un quinto ragazzo per la rissa di Colleferro

Convocato un quinto ragazzo per la rissa di Colleferro

Un quinto ragazzo è stato convocato dalla procura di Velletri nell'ambito dell'omicidio di Willy Monteiro: al momento non è indagato.
29 Battisti, fratello Campagna:

Battisti, fratello Campagna: "Paura di trasferimento con jihadisti? Fa ridere"

"Ha paura di essere trasferito con jihadisti? Mi viene da ridere. Queste sono tutte cose che fanno parte del suo repertorio. Sta tirando fuori le sue armi per ottenere sconti e benefici. Armi che non uccidono più come quelle che usava, ma comunque strumenti per ottenere qualcosa". Così all'Adnkronos Maurizio Campagna, fratello di Andrea, agente della Digos di Milano ucciso dai Pac, commenta le parole di Cesare Battisti che dal carcere di Rossano (Cosenza) - in una conversazione telefonica registrata dai familiari e inviata al suo legale - sostiene di esser stato minacciato dall'Isis e che il Ministero della Giustizia avrebbe voluto trasferirlo in cella con i jihadisti. "Speriamo che, se fosse vero di queste minacce, una volta dentro con loro, non venga indottrinato, come successe nel carcere di Udine con Arrigo Cavallina e i Pac, al terrorismo dell'Isis - aggiunge Campagna - Non mi stupirei di questo e che si possa infatuare di quella cultura. Battisti si mettesse in testa che deve comunque scontare tanti anni di carcere ancora. Così come i suoi compagni di merende dovrebbe fare l'ergastolo, ma nessun terrorista in Italia alla fine ha mai scontato la pena per intero". Sulle presunte minacce ricevute dall'Isis, Campagna spiega: "ma cosa gli potrebbero fare poi? Torturarlo in cella? Che poi, ad essere sinceri, tra loro e lui, non so chi sia peggio. Per me, per la mia famiglia, chiaramente lui. Ha commesso almeno 4 omicidi, che sconto vuole ottenere? Queste sono solo strategie, magari per farsi trasferire nel carcere di Frosinone dove è già scappato nel 1981. Battisti era, è, e rimarrà per sempre un terrorista", conclude.
30

"Una foto insieme in memoria di mio padre": il gesto commovente di Mourinho

"Mister questa è l’unica occasione per chiederti di fare una foto insieme in onore di mio padre. Se mi permetti una foto, la incornicerò e la metterò sulla sua tomba"
31 Covid, Pregliasco:

Covid, Pregliasco: "Trend in aumento, serve nuovo galateo"

"Vediamo un andamento oscillante nel numero di casi, ma una tendenza all'aumento, con un incremento parziale nel numero di soggetti ricoverati. E' un qualcosa che ci aspettavamo, ma che tenderà a peggiorare e con cui dovremo convivere". Lo sottolinea all'Adnkronos Salute il virologo dell'Università di Milano Fabrizio Pregliasco. "Si tratta di un fenomeno che dovremo controllare e che dovrà essere uno stimolo per un maggiore sforzo di contenimento, anche verso un nuovo galateo nel comportamento di ognuno di noi", sottolinea Pregliasco. "Andiamo step by step, passo dopo passo, per poter essere pronti a una situazione che io temo nel prossimo futuro ci vedrà maggiormente impegnati, con numeri che scavalcheranno anche sicuramente il muro dei 2 mila casi al giorno'', evidenzia il virologo, analizzando anche la questione della riapertura degli stadi.  "E' vero, gli stadi sono qualcosa che riguarda la qualità della vita. Non c'è solo l'aspetto della serie A del calcio, ma tutta l'attività amatoriale sportiva che in Italia è importante e rappresenta anche uno stile di vita importante da attuare e mantenere. Vediamolo come aspetto rilevante, ma in questo momento - aggiunge Pregliasco - abbiamo lo stress test della scuola, con tutte le problematiche legate all'individuazione di focolai, alle procedure e al rasserenamento. Andiamo step by step, procediamo con cautela e aspettiamo di capire cosa succede con la riapertura della scuola".
32 Arriva in Italia immunoterapico per cancro al polmone e al seno

Arriva in Italia immunoterapico per cancro al polmone e al seno

Disco verde dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) per due nuove indicazioni terapeutiche dell'immunoterapico atezolizumab in combinazione con carboplatino ed etoposide per il trattamento di prima linea di pazienti adulti con carcinoma polmonare a piccole cellule in stadio esteso, e di atezolizumab in associazione al chemioterapico nab-paclitaxel per il trattamento di pazienti adulti con carcinoma mammario triplo-negativo localmente avanzato non resecabile o metastatico, positivo al biomarcatore Pd-l1, non precedentemente trattati con chemioterapia per la malattia metastatica. Lo comunica Roche in una nota. "Per la prima volta con atezolizumab in associazione a chemioterapia possiamo proporre al paziente un’immunoterapia che ha dimostrato di essere efficace in termini di aumento della sopravvivenza anche nel microcitoma. Dopo anni in cui l’unica opzione era rappresentata dalla chemioterapia, oggi questa combinazione è il nuovo standard di cura nella malattia estesa. Si tratta di un passo avanti molto significativo”, ha Cesare Gridelli, direttore del Dipartimento di Onco-ematologia dell’azienda ospedaliera Moscati di Avellino. "Per fare la differenza in termini di sopravvivenza, resta fondamentale, alla luce delle caratteristiche di aggressività e rapida evoluzione peculiari di questa grave forma di tumore polmonare, indirizzare tempestivamente il paziente alla diagnosi e somministrare il trattamento con immunoterapia associata a chemioterapia fin dal primo ciclo di cura". "Con atezolizumab negli studi clinici si è ottenuta una riduzione del 30% del rischio di morte. La sinergia tra immunoterapia e chemioterapia ha dimostrato di avere un effetto di controllo sulla malattia che aumenta la sopravvivenza", ha concluso Gridelli.
33 Lo scandalo Suarez sulla carta d'ingresso nel nostro Paese (di M.T. Zanola)

Lo scandalo Suarez sulla carta d'ingresso nel nostro Paese (di M.T. Zanola)

Dimostrare la conoscenza B1 della lingua richiede impegno, costanza, esercizio, e, soprattutto, tempo
34 Covid: muore a 33 anni, si era contagiato in Costa Smeralda

Covid: muore a 33 anni, si era contagiato in Costa Smeralda

La vittima era operatore socio sanitario che lavorava in una casa di riposo a Isili
35 Maestra positiva alla scuola dell'infanzia: isolate tre sezioni

Maestra positiva alla scuola dell'infanzia: isolate tre sezioni

Una maestra d'asilo di Borgomanero è risultata positiva al coronavirus: tre sezioni della scuola dell'infanzia sono state isolate.
36

"Quando smetti di credere che tuo padre sia un supereroe subisci un tradimento enorme"

Favino interpreta Padrenostro, nel film c’è il crollo del mito di un padre
37 Napoli, 21enne gambizzato: l'appello della famiglia

Napoli, 21enne gambizzato: l'appello della famiglia

“Aiutateci ad avere giustizia”, questo l’appello della famiglia di Gaetano Barbuto Ferraiuolo, che è stato ferito nella notte del 21 settembre.
38 **Usa: la nipote di Trump fa causa al presidente e ai fratelli per frode**

**Usa: la nipote di Trump fa causa al presidente e ai fratelli per frode**

Mary Trump, la nipote di Donald Trump e dei suoi fratelli, ha avviato un'azione legale contro il presidente degli Stati Uniti e i fratelli sostenendo di essere stata defraudata dalla liquidazione della sua quota delle partecipazioni aziendali di suo nonno, Fred Trump. Lo riporta il sito Deadline Hollywood. La causa è stata presentata giovedì alla Corte Suprema dello Stato di New York. La donna ha anche citato in giudizio la sorella del presidente, Maryanne Trump Barry, e la società immobiliare di Robert Trump, il fratello del presidente morto la scorsa estate. "Il padre di Mary e il loro fratello, Fred Trump Jr., sono morti nel 1981 quando Mary aveva solo sedici anni - afferma il documento di citazione in giudizio - Alla sua morte, Mary ereditò preziosi interessi di minoranza nell'azienda di famiglia. Donald, Maryanne e Robert si sono impegnati a vigilare sui suoi interessi di fiduciari. Hanno mentito. Piuttosto che proteggere gli interessi di Mary, hanno progettato e realizzato uno schema complesso per sottrarre fondi ai suoi interessi, nascondere il loro attacco e ingannarla sul vero valore di ciò che aveva ereditato".
39 Maltempo, pioggia e vento creano grossi disagi in tutta Napoli

Maltempo, pioggia e vento creano grossi disagi in tutta Napoli

Un violento nubifragio ha provocato grossi danni in tutta la città di Napoli: si segnalano alberi caduti e decine di chiamate ai Vigili del Fuoco.
40 Lite fra genitori davanti scuola: papà accoltellato

Lite fra genitori davanti scuola: papà accoltellato

E’ terminata con un accoltellamento una lite tra genitori scoppiata questa mattina davanti l’Istituto Pappalardo di Vittoria, in provincia di Ragusa
41

"Polvere", il podcast del momento che merita di essere ascoltato. 50mila download in una settimana

Polvere è una serie audio di Chiara Lalli e Cecilia Sala sull’omicidio di Marta Russo alla Sapienza. Otto puntate subito tutte disponibili. Il podcast si può ascoltare su Huffpost e sulle piattaforme Spotify, Apple Podcast e Google podcast
42 Unable to contact RSS provider

Unable to contact RSS provider

Unable to contact RSS provider